100 piazze contro gli F35, assieme alle Acli

Si conclude sabato 25 febbraio, con la giornata “100 piazze contro gli F35”, la seconda fase di mobilitazione della campagna “Taglia le ali alle armi”, promossa dalla Rete Disarmo, Tavola della Pace e Sbilanciamoci.
Le Acli aderiscono all’iniziativa per chiedere al Governo italiano di rinunciare da subito all’acquisto dei caccia da combattimento JSF, nell’ottica di una generale rimodulazione della politica di Difesa, e invitano tesserati e amici a partecipare alle numerose iniziative organizzate sui territori dai circoli locali in collaborazione con il mondo del pacifismo, dell’associazionismo e della società civile.

Tra i tanti appuntamenti che compongono l’impegno delle Acli nella Giornata di mobilitazione contro gli F35, ne segnaliamo alcuni. A Cuneo i cittadini che si oppongono alla spesa faraonica destinata all’acquisto dei caccia, 15 miliardi di euro circa, si ritroveranno alle ore 17 di sabato in piazza Duccio Galimberti, per poi giungere in Piazzetta del Municipio dove si alterneranno letture e riflessioni. Alle ore 18.15 la giornata si concluderà nel salone d’onore del Comune per proiezione video, riflessioni e le conclusioni.
La Giornata di mobilitazione avrà luogo a Trento presso la piazza Fiera, dalle ore 15 alle 19, con la collaborazione di Ipsia, Unimondo e il Forum Trentino per la Pace e i diritti umani.
Milano contribuisce alla campagna “Taglia le ali alle armi” con un incontro in programma il 27 febbraio in via S.Bernardino 4 alle ore 21. Relatore dell’iniziativa “Volo F35: ultima chiamata” sarà don Renato Sacco, Pax Christi, parroco nel novarese, poco lontano dal luogo in cui dovrebbero essere assemblati gli F35, da anni impegnato nella rete di associazioni e persone che si oppongono a questa produzione bellica.Nelle piazze di Italia dove si svolgeranno le iniziative di mobilitazione saranno raccolte le firme dei cittadini che intendono esprimere il proprio no alla decisione del Ministro della Difesa Di Paola e del Governo di procedere con l’acquisto di 90 caccia da combattimento JSF, nonostante molti dei partner impegnati nel progetto di sviluppo del caccia abbiano manifestato dubbi e ripensamenti. Per smascherare l’opacità e la mancanza di informazioni complete sull’operazione F35, i promotori hanno pubblicato sul sito della Campagna il Dossier “Tutto quello che dovreste sapere sul cacciabombardiere F-35 e la Difesa non vi dice”. Al suo interno, assicurano i curatori, “si forniscono tutte le informazioni necessarie e che sono state taciute dalla Difesa, per potersi fare una opinione su un tema così delicato, che non può essere discusso solo da un gruppo di pochi tecnici”.

100 piazze contro gli F35, assieme alle Acli
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR