150° Unità: Acli, il Paese ha bisogno di una scossa

Perugia, 9 settembre 2010 – “Il nostro Paese ha urgente bisogno di una scossa” e il federalismo può rappresentare “la via d’uscita dal recinto bloccato della Seconda Repubblica”, purché realizzato “in una logica di sussidiarietà e solidarietà”. Una riforma federale dello Stato “ha senso, infatti, solo se serve a rafforzare i diritti di cittadinanza di tutti gli italiani, senza eccezioni”. Il presidente nazionale delle Acli Andrea Olivero ha aperto oggi a Perugia il 43° Incontro nazionale di Studi dell’associazione dedicato ai 150 anni dall’Unità d’Italia: Italiani si diventa. Unità, federalismo, solidarietà. “La drammaticità dell’attuale crisi politica – ha detto Olivero nella sua relazione di apertura – nasce dalla mancanza di una visione strategica, di una prospettiva per il futuro. Il federalismo può rappresentare un forte impulso alle riforme istituzionali e al riassetto politico del sistema paese, una sfida importante anche per il Mezzogiorno, purché l’impegno dello stato rimanga intatto nei confronti dei diritti fondamentali: le differenze sono infatti una ricchezza dell’identità nazionale, ma le disparità sono una ferita diretta al patriottismo costituzionale“.
(clicca per la versione A/V della relazione)

Il presidente delle Acli ha parlato anche dell’impegno dei cattolici in politica. “Non è tanto importante “dove” stanno, in quale schieramento, ma “come” stanno in politica, con quale rigore e coerenza personali, competenza e creatività. “L’unità nazionale – ha aggiunto – per i cattolici non è solo un processo storico ma anche un valore spirituale, perché l’unità di un popolo e di una nazione è unità di intenti, armonia di interessi ricomposti, superamento dell’individualismo, destino comune”.”L’Italia – ha concluso Olivero – è una nazione imperfetta, incompiuta, perché incompiuti sono ancora gli italiani. Per diventare italiani bisogna anzitutto sentirsi cittadini. Occorre lasciarsi alle spalle l’Italia dei furbetti, insofferenti alle regole e indifferenti al bene comune. La somma degli individualismi personali o localistici non fanno una nazione. Diventare italiani è una grande impresa comune, che non riguarda solo la classe dirigente politica”.

150° Unità: Acli, il Paese ha bisogno di una scossa
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR