730 precompilato: Quali sono i dati già presenti

Dispongo di un reddito da lavoro dipendente e in più, con mia moglie, sono comproprietario dell’abitazione principale acquistata tramite mutuo nel 2012. Sul mutuo stiamo dunque godendo della detrazione applicata agli interessi passivi. La mia azienda mi ha già consegnato la Certificazione unica 2015; vorrei quindi capire come dovrò regolarmi per il 730 precompilato.

Specifichiamo subito che le spese di mutuo rientrano già fra i dati inseriti nel 730 precompilato. Il modello, com’è noto, sarà messo a disposizione online sul sito dell’Agenzia delle entrate a partire dal 15 aprile 2015. Il termine ultimo di consegna è invece fissato (salvo proroghe) per il 7 luglio 2015.

Il modello però non riguarderà l’intera platea dei contribuenti italiani, ma solo una porzione, seppur molto ampia, e cioè i soli lavoratori dipendenti e pensionati che:

hanno presentato il modello 730/2014 per i redditi dell’anno 2013;

e, inoltre, hanno ricevuto dal sostituto d’imposta la Certificazione unica 2015 (che da quest’anno sostituisce il Cud) con le informazioni relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e/o ai redditi di pensione percepiti nell’anno 2014.

Viceversa, coloro i quali non rientrano fra i destinatari della dichiarazione potranno scegliere di compilarla o da soli – sempre tramite il sito delle Entrate, previa richiesta del Pin – oppure facendosi assistere dal sostituto d’imposta, da un Caf o da un commercialista.

Tornando adesso alla domanda del nostro utente, la sua è una di quelle situazioni in cui, scaricando il 730 precompilato, dovrebbe essere sufficiente la semplice conferma senza alcuna modifica, dal momento che le informazioni già presenti nel 730/2015 sono:

i dati anagrafici

i redditi dei beni immobili

i redditi da lavoro dipendente e pensione (più eventuali altri redditi conseguiti dal dipendente o dal pensionato, come ad esempio redditi da lavoro autonomo o da prestazioni occasionali)

gli interessi su mutui fondiari e agrari

i contributi previdenziali e assistenziali

i pagamenti relativi a previdenza integrativa

i premi di assicurazioni sulla vita.

Ecco perché, avendo il richiedente soltanto il reddito dell’abitazione e da lavoro, più le spese del mutuo, dovrà semplicemente controllare l’esattezza dei dati già precompilati e confermare la dichiarazione.

Al contrario la dichiarazione andrà integrata qualora nel 2014 fossero state sostenute:

spese mediche

spese per l’istruzione

spese di affitto sostenute dagli inquilini con contratti di locazione

spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede

spese di ristrutturazione e risparmio energetico sostenute nel 2014

spese per le attività sportive per ragazzi

spese per asili nido​

spese veterinarie​

spese funebri

donazioni alle onlus

​i contributi ed erogazioni a favore di istituzioni religiose

altre spese detraibili e deducibili non inserite nel 730 precompilato da parte dell’Agenzia delle entrate.

 

Per informazioni: www.caf.acli.it

730 precompilato: Quali sono i dati già presenti
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR