A chi spetta il bonus gas

Cos’è il bonus gas? Chi lo può richiedere?
Il bonus gas è una riduzione dell’importo della bolletta del gas, in misura differenziata a seconda che il contratto sia finalizzato alla fornitura di acqua calda per uso sanitario e/o di cottura dei cibi, o al riscaldamento domestico.
Potranno accedere alla richiesta del bonus gas (per la fornitura nell’abitazione di residenza) i clienti domestici con indicatore Isee il cui valore non sia superiore a 7.500 euro e quelli con famiglie numerose (4 o più figli a carico) con Isee non superiore a 20 mila euro. Si tratta di parametri analoghi a quelli previsti per il bonus elettrico.

L’Isee è l’indicatore di “situazione economica equivalente”: si tratta di un indicatore che permette di misurare la condizione economica delle famiglie, tenendo conto del reddito, del patrimonio mobiliare e immobiliare, del numero dei familiari a carico.
Dal 15 dicembre 2009 chi ne ha diritto può inoltrare la richiesta per il “bonus gas” e, per le domande presentate entro il 30 aprile 2010, il bonus avrà valore retroattivo al 1° gennaio 2009.
Per chiedere il bonus gas è prevista un’apposita modulistica, che dovrà essere consegnata al comune di residenza, o presso altro istituto eventualmente designato dallo stesso comune (ad esempio, i centri di assistenza fiscale Caf).
Il bonus gas potrà essere richiesto anche da coloro che, in presenza dei requisiti Isee e di residenza precedentemente indicati, utilizzano impianti di riscaldamento condominiali, ovviamente a gas naturale.

A chi spetta il bonus gas
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR