Abitare la Storia con le parole di Papa Francesco

Nel tempo di Pasqua il richiamo ad “Abitare la storia” in tempo di crisi si sente più forte!Continuiamo il nostro percorso e dopo Bergamo e Napoli, si avvicina il seminario di Roma (il programma nel pdf allegato).Nel magistero del Papa per l’apertura della Settimana Santa possiamo individuare alcuni punti essenziali. Cogliamo parole di grande incoraggiamento e di orientamento per applicare un discernimento aperto al futuro.Il primo invito è a non scoraggiarci nelle difficoltà, ma di affrontarle nella gioiaE questa è la prima parola che vorrei dirvi: gioia! Non siate mai uomini e donne tristi: un cristiano non può mai esserlo! Non lasciatevi prendere mai dallo scoraggiamento! La nostra non è una gioia che nasce dal possedere tante cose, ma nasce dall’aver incontrato una Persona: Gesù, che è in mezzo a noi; nasce dal sapere che con Lui non siamo mai soli, anche nei momenti difficili, anche quando il cammino della vita si scontra con problemi e ostacoli che sembrano insormontabili, e ce ne sono tanti!» (Francesco, Omelia per la Domenica delle Palme 2013)Il secondo invito è di intraprendere la strada della croce alla luce della Settimana Santa, nella logica dell’amore e del dono di séVivere la Settimana Santa è entrare sempre più nella logica di Dio, nella logica della Croce, che non è prima di tutto quella del dolore e della morte, ma quella dell’amore e del dono di sé che porta vita. È entrare nella logica del Vangelo. Seguire, accompagnare Cristo, rimanere con Lui esige un “uscire”, uscire. Uscire da se stessi, da un modo di vivere la fede stanco e abitudinario, dalla tentazione di chiudersi nei propri schemi che finiscono per chiudere l’orizzonte dell’azione creativa di Dio» (Francesco, Udienza Mercoledì Santo 2013).  Leggiamo con attenzione l’Omelia e la prima udienza generale Mercoledì Santo.Con due semplici cloud (nuvole) che raccolgono le parole chiave dei due discorsi possiamo cogliere una scala di valori su cui orientare il percorso: 

nell’Omelia (nella galleria, l’immagine 1) le parole più pronunciate sono: Gesù, noi, gioia amore, croce, mondo
nell’Udienza (nella galleria, l’immagine 2) le parole che ricorrono maggiormente sono: Dio, noi, Gesù, amore, fede, morte, gioia, vivere, uscire, Padre 

Ecco qui alcuni criteri per iniziare a gettare le basi dell’abitare, a partire dall’essenziale.Il percorso sarà lungo e difficile. Però bisogna iniziare.

Abitare la Storia con le parole di Papa Francesco
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR