Abruzzo: Ricordo della tragedia di Marcinelle

In seguito alla recente decisione del comitato Unesco di includere le miniere di Marcinelle nella lista dei beni “patrimonio dell’umanità“, le Acli e l’Us Acli abruzzesi, in particolare quelle delle province di Pescara e Teramo, esprimono in un comunicato grande soddisfazione.L’8 agosto 1956, in seguito ad un incendio nella miniera di carbon fossile del Bois du Cazier a Marcinelle, in Belgio, persero la vita 262 minatori di 12 nazionalità, tra cui 136 italiani , dei quali 60 erano abruzzesi.In occasione della “Giornata nazionale del sacrificio e del lavoro italiano nel mondo“, nei giorni 7 e 8 agosto, a Manoppello(Pe), le Acli e l’Us Acli insieme ad altre associazioni, alla comunità ecclesiale, al Comune di Manoppello e alla Provincia di Pescara, si sono date appuntamento per rendere omaggio ai caduti sul lavoro e ricordare le vittime del tragico episodio di Marcinelle, attraverso una serie di iniziative ed attività sociali, culturali, sportive e religiose.L’iniziativa coinvolge in modo speciale l’Us Acli di Morro D’Oro, in provincia di Teramo, costituita negli anni ’80 da ex minatori in Belgio e fondatori del “Museo del lavoro nell’ex miniera Bois du Cazier”.

Abruzzo: Ricordo della tragedia di Marcinelle
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR