Acconto Tasi entro il 16 ottobre

Il mio Comune ha deliberato le aliquote Tasi ad agosto, quindi dovrò pagare l’acconto entro il 16 ottobre. Visto che la casa che possiedo è restata vuota fino a marzo, poi è divenuta abitazione principale, vorrei sapere come regolarmi per il versamento.

Nel caso del richiedente, dando per assodato che a giugno abbia già pagato l’acconto Imu sulle seconde case per il periodo gennaio-marzo, e che a dicembre, sempre in riferimento allo stesso periodo, dovrà pagare il saldo Imu, l’acconto Tasi dovrà essere calcolato considerando che per i primi tre mesi del 2014 l’immobile era appunto una seconda casa, di conseguenza bisognerà verificare quale aliquota è stata deliberata su questa tipologia di immobili.

Per il restante periodo, ovviamente, cioè a partire da aprile, l’aliquota da applicare è quella sulle abitazioni principali. Va inoltre ricordato che l’acconto Tasi è pari al 50% dell’imposta dovuta per tutti e 12 i mesi dell’anno.

A questo possiamo poi aggiungere che il sistema di calcolo non è cambiato, visto che tanto per l’Imu quanto per la Tasi occorre partire dalla rendita catastale, rivalutarla del 5% e moltiplicarla infine per 160. Questo primo passaggio ci farà ottenere la base imponibile, vale a dire il valore su cui applicare l’aliquota di riferimento e le eventuali detrazioni.

Quanto alle detrazioni, è necessario verificare sulla delibera del Comune, pubblicata sul sito del Dipartimento delle Finanze, se sono state o meno introdotte. Per una consulenza su quanto pagare è possibile rivolgersi ai Caf.

 

Per informazioni: www.caf.acli.it

Acconto Tasi entro il 16 ottobre
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR