Acli Catalunya: nasce la nuova “casa” per gli italiani di Barcellona. Il Presidente Rossini alla cerimonia di inaugurazione

Nascono ufficialmente le Acli della Catalunya, con l’inaugurazione della sede dell’associazione e del Patronato a Barcellona che sarà una nuova casa per gli italiani che vivono nella città catalana.
“La nostra presenza in Europa cresce e Barcellona rappresenta perfettamente il modello di città globale che ormai accoglie le speranze di chi migra dall’Italia – dichiara Roberto Rossini, Presidente delle Acli nazionali e della Federazione delle Acli internazionali -. Queste migrazioni aprono ad una serie di nuove opportunità ma, allo stesso tempo, ci fanno riflettere su quale ruolo assumono le associazioni italiane all’estero per aiutare l’integrazione di queste persone”.
“Le Acli all’estero sono cultura, impegno e servizio. La speranza di vedere crescere le Acli catalane e il Patronato di Barcellona insieme e’ ormai una realtà. Grazie a Liliana Elizabeth Franco, la Presidente delle AcliCat, questo percorso ha preso forma e si sta orientando a tenere insieme le nostre identità plurime che all’estero si alimentano di nuove culture ed esperienze”, conclude il presidente Rossini.
Oltre all’intervento del Presidente Rossini, le AcliCat hanno organizzato un momento di approfondimento culturale molto intenso: l’incontro con lo scultore Etsuro Soto, che sta proseguendo nell’opera infinita del genio Gaudí di completare la Sagrada Familia, cattedrale simbolo di Barcellona.

Dipartimento Internazionale ACLI

Acli Catalunya: nasce la nuova “casa” per gli italiani di Barcellona. Il Presidente Rossini alla cerimonia di inaugurazione
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR