Acli Sardegna: Sulcis, ripartire da un nuovo modello di sviluppo

Ridare vita, attraverso le bonifiche, a un territorio segnato da decenni di sfruttamento massivo da parte di industrie e miniere, puntare verso un nuovo modello di sviluppo nel rispetto del territorio, dell’ambiente e della storia dell’area del Sulcis-Iglesiente-Guspinese. È questo il tema centrale del convegno Lo sviluppo socio-economico della Sardegna attraverso il risanamento dei siti minerari Le bonifiche delle aree industriali e minerarie del Sulcis Iglesiente Guspinese, organizzato dalle Acli Provinciali di Cagliari e da Acli Cortoghiana con la collaborazione del Sicip Consorzio Industriale della Provincia Carbonia Iglesias.

«Riteniamo fondamentale – spiega Mauro Carta, presidente delle Acli provinciali di Cagliari – stimolare il confronto sul tema del futuro dell’area sud occidentale della Sardegna. Questo territorio é stato a lungo sfruttato e poi abbandonato: le ferite causate dal passato industriale sono lontane dall’essere rimarginate e le conseguenze ricadono sulla popolazione. Riteniamo che le bonifiche siano il punto di partenza per lo sviluppo sostenibile dell’area e la base su cui deve poggiare lo sforzo comune di associazioni, istituzioni e comunità per far ripartire l’economia dell’area».

Il convegno si aprirà con i saluti istituzionali dell’assessore regionale degli Enti Locali Cristiano Erriu, del presidente Carta, del sindaco di Portoscuso Giorgio Alimonda e del presidente del Consorzio industriale Federico Strina.

Per consultare il programma, clicca qui.

Lunedì 18 Giugno 2018,ore 16
Portovesme
Portoscuso (Ca)

Acli Sardegna: Sulcis, ripartire da un nuovo modello di sviluppo
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR