Adoriamo Dio in Spirito e verità

27 marzo 2011 – III Domenica di Quaresima – anno A.Incontrare Gesù è accogliere la vita che zampilla e che fa di noi uomini e donne nuovi, come i samaritani che riconoscono in Gesù il salvatore del mondo.Giovanni 4, 5-42
In quel tempo, 5 Gesù giunse a una città della Samarìa chiamata Sicar, vicina al terreno che Giacobbe aveva dato a Giuseppe suo figlio: 6 qui c’era un pozzo di Giacobbe. Gesù dunque, affaticato per il viaggio, sedeva presso il pozzo. Era circa mezzogiorno. 7 Giunge una donna samaritana ad attingere acqua. Le dice Gesù: «Dammi da bere». 8 I suoi discepoli erano andati in città a fare provvista di cibi. 9 Allora la donna samaritana gli dice: «Come mai tu, che sei giudeo, chiedi da bere a me, che sono una donna samaritana?». I Giudei infatti non hanno rapporti con i Samaritani. Giovanni è un narratore raffinato che lavora su diversi livelli di significato e sull’ironia come strumenti letterari per far accedere i propri lettori alla fede in Gesù Cristo. Il racconto dell’incontro tra Gesù e una samaritana ha come sfondo gli incontri al pozzo che sfociavano in un matrimonio narrati nel libro della Genesi e che riguardano i patriarchi d’Israele. La situazione vede Gesù arrivare a un’ora insolita a un pozzo, insolita perché generalmente il pozzo era frequentato alla mattina o alla sera. Qui siamo a mezzogiorno, l’ora più calda mentre i discepoli sono andati in città a cercare da mangiare. ([downloadacli menuitem=”334″ downloaditem=”3336″ direct_download=”true”]leggi tutto[/downloadacli])

Adoriamo Dio in Spirito e verità
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR