Agorà 2011: Ga, “Vogliamo un Parlamento più giovane e rappresentativo”

«Vogliamo un Parlamento più giovane e rappresentativo». Lo ha detto il segretario nazionale dei Giovani delle Acli, Giuseppe Failla, aprendo questa mattina a Caltanissetta l’Agora 2011, il tradizionale appuntamento formativo del movimento giovanile aclista. Failla ha commentato il messaggio inviato dal presidente della Camera Gianfranco Fini ai giovani delle Acli per il progetto “Make your choice”, reso pubblico per questa occasione.

«La situazione in Italia è drammatica e frustrante – ha detto il segretario dei giovani aclisti –  E’ impossibile scegliere il nostro futuro, perché il Paese è bloccato: nella mobilità sociale, nella crescita economica, nel ricambio generazionale. Un Paese che non offre opportunità, che non suscita speranze per il futuro, che non ha un progetto per il domani».

«Mentre continua la diaspora all’estero delle nostre menti più brillanti, aumenta lo sconforto di chi decide di rimanere in Italia e deve fare i conti con i tagli all’istruzione e alla formazione, i tagli alle politiche giovanili e un precariato in costante aumento soprattutto al Sud. I giovani sono costretti a ricorrere alle proprie famiglie d’origine per fronteggiare le difficoltà economiche, per accedere al credito o semplicemente per costruirsi una propria famiglia». «Facciamo appello al Presidente Fini, affinché il Parlamento possa tornare a dedicarsi alle reali esigenze del Paese e in particolar modo dei giovani. Sarebbe forse necessario, per questo, un Parlamento più giovane e più rappresentativo».

Agorà 2011: Ga, “Vogliamo un Parlamento più giovane e rappresentativo”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR