Agora 2011: il messaggio del presidente della Camera ai Giovani delle Acli

Non è «la ‘classica’ crisi generazionale» quella che il mondo giovanile sta attraversando, ma «una difficile e inedita transizione storica che può determinare, se non adeguatamente affrontata, gravi conseguenze per il futuro del Paese». Ad affermarlo è il presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini, in un messaggio inviato ai Giovani delle Acli e anticipato per l’apertura di “Agorà 2.0-11”, il tradizionale appuntamento formativo del movimento giovanile aclista. Il testo del presidente della Camera costituirà l’introduzione alla pubblicazione “Make your choice“, sul rapporto tra giovani, università e mondo del lavoro. «L’Italia – scrive Gianfranco Fini – non è un Paese che consente alle nuove generazioni di decidere».La crisi economica ha imposto «scelte di grande rigore». I «tagli alla spesa» hanno finito per colpire «settori strategici dello sviluppo come gli investimenti nella cultura, nella formazione e nell’innovazione», provocando «una drammatica serie di conseguenze: stretta sulle nuove assunzioni, difficoltà a trovare lavoro, mancanza di collegamento tra università e mercato del lavoro».  «Alla crisi dell’occupazione – dice ancora Fini – si aggiunge la crisi del sistema previdenziale, generando un quadro preoccupante di assenza di opportunità e diminuzione di diritti. I giovani privati del lavoro e sempre più lontani dal luogo delle decisioni, perdono il controllo del loro futuro».

È necessario, perciò, «cambiare radicalmente rotta», incalza il presidente della Camera. «È imperativo fermare la fuga dei cervelli», perché «un giovane italiano costretto a lasciare la sua terra» è «una perdita per il sistema Italia che non riesce a trattenere le sue migliori intelligenze», mentre il Paese «dovrebbe far tesoro del proprio capitale umano attraverso l’adeguato finanziamento alla cultura, alla ricerca, all’innovazione». «Istituzioni, imprese e mondo bancario devono credere di più nei nostri giovani. La politica, in particolare, deve aumentare i suoi sforzi per garantire pari opportunità tra uomini e donne, tra italiani del Nord e del Sud d’Italia, tra chi ha ‘santi’ in paradiso e chi non ce li ha; deve impegnarsi affinché prevalga il merito nella selezione rispetto alla ‘segnalazione’ e alla ‘raccomandazione’».  (il testo integrale del presidente della Camera)

Agora 2011: il messaggio del presidente della Camera ai Giovani delle Acli
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR