Agricoltura: Acli aderiscono a manifesto Made in Italy

L’iniziativa della Coldiretti. Olivero e Zannini (Acli Terra): «Impegni concreti da parte delle Istituzioni» Le Associazioni cristiane dei lavoratori italiani, insieme con la propria organizzazione professionale agricola Acli Terra, aderiscono «con piena convinzione» al Manifesto per la valorizzazione del Made in Italy promosso da Coldiretti, ritrovandovi «i comuni valori ideali dei propri movimenti». Le ragioni della tutela delle produzioni agroalimentari italiane sono sostenute dalla manifestazione in corso a Roma in Piazza Montecitorio, davanti alla Camera dei Deputati. 
«La proposta di un nuovo modello di sviluppo basato sulla crescita qualitativa anziché quantitativa, la centralità dell’uomo e del territorio, la tutela della tradizione come comune patrimonio di una comunità, sono tratti distintivi per un progetto di futuro sostenibile e capace di dare dignità a ciascuno». Lo affermano il presidente nazionale delle Acli, Andrea Olivero, e il presidente di Acli Terra, Michele Zannini

«In particolare, Acli e Acli Terra apprezzano l’idea che proprio a partire dalla terra e dal lavoro agricolo si possa costruire una prospettiva di nuova e buona occupazione per i giovani, nonché un ritorno alla cura del territorio, bene comune da preservare e far fruttare con saggezza per noi e le future generazioni». «Tutto ciò – concludono Olivero e Zannini – richiede impegni concreti da parte delle Istituzioni e di tutta la società, cui noi stessi ci vincoliamo e rispetto ai quali solleciteremo coerenza e determinazione alla politica».

Agricoltura: Acli aderiscono a manifesto Made in Italy
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR