Al cuore della legge c’è un triplice amore

Al cuore della legge c’è l’amore verso Dio, i fratelli e se stessi. E’ l’armonia tra questi amori che produce la giustizia sociale.

Continuano le controversie tra Gesù e i farisei e gli altri capi del popolo. Essi mettono alla prova Gesù per vedere se è veramente il Messia atteso da Dio, ma il piano su cui lo interrogano, l’interpretazione della legge, non va al cuore della questione: quale Dio conosce Gesù e, soprattutto, quale Dio annuncia.

La questione del grande comandamento era centrale nel dibattito su come interpretare nella vita concreta la marea di comandamenti scritti nella legge. Si cercava una chiave interpretativa che unificasse la pluralità dei comandamenti e che potesse essere vissuta concretamente.

La risposta di Gesù parla di tre amori: quello per Dio, quello per il prossimo e quello per se stesso.

Il primo amore coinvolge tutta la persona in ogni sua fibra, perché è da Dio che viene la vita e solo un amore che riconosce da chi viene la vita può essere pieno.

Il secondo amore è fondato sul terzo. Se non ci amiamo non possiamo amare il fratello come noi stessi. Infatti, solo se noi ci amiamo con tutto noi stessi comprendiamo come amare il nostro prossimo con tutto noi stessi, sapendo che la vita mia e quella del fratello vengono entrambe da Dio che ci ha creati.

Il secondo comandamento è simile al primo perché richiede come il primo un amore completo e totalmente coinvolgente, ma non è uguale perché qui si ama il fratello, che ha ricevuto come noi la vita, e non Dio che ha dato la vita a entrambi.

 

26 ottobre 2014 – XXX Domenica tempo ordinario – Anno A

Matteo 22,34-40

In quel tempo, 34 i farisei, avendo udito che Gesù aveva chiuso la bocca ai sadducèi, si riunirono insieme 35 e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: 36 «Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?».

37 Gli rispose: «“Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. 38 Questo è il grande e primo comandamento. 39 Il secondo poi è simile a quello: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. 40 Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».

 

Leggi tutto nel documento allegato

Al cuore della legge c’è un triplice amore
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR