Al via i primi 9 progetti straordinari 5×1000 Acli

Partire da “La speranza in un caffè” di Torino rivolto a famiglie che si trovano ad affrontare il problema dell’Alzheimer, passando per “Non di solo pane vive l’uomo” di Treviso con l’assegnazione di borse lavoro a persone disagiate, fino ad arrivare a “Street Up! Dalla strada all’impresa” di Perugia per sostenere le idee imprenditoriali dei giovani e all’esperienza di “Governante di condominio” a Terni.

Ed ancora “Costellazioni” una rete di accoglienza oltre la solitudine a Cosenza, “Profughi a Cremona” in cui chi arriva passa da problema a risorsa, “Abbattere i bastioni, liberare gli affetti” con la creazione di un luogo di incontro tra figli e padri in carcere, e “Relazioni solidali” di Padova e “Gusti diversi” di Novara che da diversi punti di vista approcciano l’esperienza della disabilità.

E’ un viaggio che attraversa luoghi ma anche idee, temi, metodologie e persone quello che emerge dal primo bando straordinario che le Acli hanno promosso per progetti innovativi sul tema del lavoro e del welfare.  

48 progetti presentati, da tutta Italia, che con i 100.000 euro messi a disposizione dal fondi del 5X1000 hanno potuto finanziare i primi 9 in graduatoria.

Al via i primi 9 progetti straordinari 5×1000 Acli
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR