Amministrative: la maggioranza assoluta all’astensionismo

Bottalico: doppio turno inadatto, produce distacco. Elettori Pd premiano formula governo Letta

“Con una percentuale di affluenza alle urne inferiore al 50 % a livello nazionale nessuno può  cantare vittoria. Il fenomeno dell’astensionismo si accentua addirittura rispetto alle scorse politiche, ed a Roma il voto di meno di un terzo degli elettori ha deciso la contesa finale.” È questo il commento di Gianni Bottalico,  presidente nazionale delle Acli ai risultati del secondo turno amministrativo.
“Questo secondo turno offre spunti di riflessione anche per quanto riguarda la validità del sistema elettorale a doppio turno a favorire la partecipazione al voto  e sembra sconsigliare una estensione del doppio turno alle elezioni politiche. Si deve prender atto che neanche una personalizzazione molto spinta della vita politica quale si è avuta nella seconda repubblica, appare in grado di arginare la crisi della rappresentanza che si verifica allorché si eludono i nodi politici in favore di una presunta ‘governabilità’ di pura facciata”.
“Infine, conclude il presidente delle Acli Bottalico dall’esito finale di questa tornata amministrativa emerge il fatto che l’elettorato di centro sinistra non ha affatto sgradito la scelta del Partito Democratico di dar vita ad un governo di responsabilità per fronteggiare la crisi ed alternativo ai populismi ed agli opposti estremismi”.

Amministrative: la maggioranza assoluta all’astensionismo
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR