Aosta: Al via la campagna “L’Italia sono anch’io”

La campagna per i diritti di cittadinanza, “L’Italia sono anch’io”, promossa da una serie di associazioni tra le quali anche le Acli, arriva ad Aosta. L’iniziativa sarà presentata il 18 gennaio alle 17.30 dal comitato regionale formato da Acli, Arci, Caritas, Chiesa evangelica valdese, Cgil e Libera. L’appuntamento è presso il presso il salone Aurora della parrocchia di Maria Immacolata di Aosta. All’incontro sarà presente Antonio Russo, responsabile area Immigrazione Acli, che illustrerà le proposte di legge e l’obiettivo della campagna. Attraverso la raccolta di 50 mila firme, “L’Italia sono anch’io” vuole presentare in Parlamento due proposte di legge a favore degli stranieri presenti in Italia. La prima legge riguarda la cittadinanza: secondo i promotori dovrebbero essere cittadini italiani tutti i bambini nati in Italia, facendo prevalere – è questa la novità rispetto alla normativa attuale – lo ius soli rispetto allo ius sanguinis. Con la seconda proposta di legge si chiede il diritto di voto attivo e passivo per le elezioni amministrative per gli stranieri regolarmente residenti in Italia da cinque anni. L’incontro sarà preceduto dalla proiezione del documentario di Alex Casu sull’immigrazione in Valle d’Aosta e si concluderà con un intrattenimento musicale a cura di Stefano Frison, Francesco Tripodi, Dario Cremaschi, Erika Iamonte. Nel corso dell’iniziativa sarà possibile firmare per la campagna. La raccolta firme prosegue ad Aosta fino al 2 marzo presso le seguenti sedi: Acli, piazza della Cattedrale (tutti i lunedì dalle 14,30 alle 17,00); Cgil, Via Binel (tutti i mercoledì dalle 14,30 alle 18,30); Arci, c/o Espace Populaire (tutti i venerdì dalle 17,30 alle 20,30).

Aosta: Al via la campagna “L’Italia sono anch’io”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR