Arena di Pace. Le Acli in prima linea

Le Acli si mobilitano in vista dell’iniziativa che il 25 aprile prossimo vedrà convergere a Verona quanti – persone, associazioni, movimenti della pace, della solidarietà, del volontariato e dell’impegno civile – hanno risposto appello diffuso da oltre cento personalità del mondo della Pace e del Disarmo.

“L’iniziativa – ha dichiarato Alfredo Cucciniello, responsabile nella Presidenza nazionale Acli dei settori Pace, Cittadinanza Attiva, Servizio Civile e membro della Segreteria della Rete della Pace – sarà il momento centrale e più significativo delle azioni messe in atto per chiedere al Governo di interrompere la corsa al riarmo e soprattutto il programma di acquisto dei 90 cacciabombardieri F35, stornando quei fondi in investimenti di utilità sociale, su nuove misure di welfare, in politiche attive del lavoro, in investimenti per un rafforzamento del servizio civile e la costituzione dei corpi civili di pace.

E’ un progetto che vede le Acli in prima linea, con l’azione di questi anni, la partecipazione alle reti di Associazioni che lavorano per la pace e lo stesso impegno nel promuovere il servizio civile volontario quale occasione di partecipazione, di cittadinanza attiva e difesa non armata della patria.

Abbiamo aderito fin dal primo momento all’Arena e ci stiamo organizzando per poter offrire un contributo significativo, favorendo un’ampia partecipazione alla giornata, ma anche con l’organizzazione di iniziative collaterali avviate in concomitanza e in accordo con tutte le associazioni e i comitati che operano per la pace.
 

Arena di Pace. Le Acli in prima linea
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR