Arezzo: F35 non prioritari per il Paese

“F35? No grazie. Le priorità del Paese sono altre” così Enrico Fiori, presidente delle Acli Arezzo ha commentato la possibilità di acquistare i cacciabombardieri F35 da parte dell’Italia. Le Acli di Arezzo manifestano tutta la loro contrarietà al programma di acquisizione e di costruzione dei cacciabombardieri F35. “Si tratta di un progetto – spiega il presidente – che porta all’adozione di ordigni da guerra inutili, costosi e difettosi. Mentre l’Italia è stretta nella morsa di una crisi senza precedenti, si impegnano le casse dello Stato a sborsare diversi miliardi di euro per entrare in possesso di strumenti di morte. I soldi pubblici vengono liberatamene gettati al vento invece di andare a finanziare la scuola, la sanità e la ricerca.Per le Acli è “assurdo che il programma non possa essere ridiscusso dal Parlamento: infatti il Consiglio supremo di difesa ha reso noto che l’esborso miliardario per i caccia deve andare avanti senza tentennamento o ripensamento da parte delle Camere, con tanti saluti alla democrazia e alla sovranità popolare. E mentre per qualunque intervento a favore dei cittadini, dalle misure contro la povertà al reddito di cittadinanza, si continua a ripetere che non ci sono soldi, il denaro per gli F35 viene trovato senza neanche discutere. E non basta perchè ci sono anche i soldi e tanti, per la base Del Molin di Vicenza e la missione militare in Afghanistan”. “Evidentemente – conclude Fiori – per qualcuno la pace è solo un facile slogan mentre i fatti vanno in tutt’altra direzione. Dovremmo invece comprendere che la pace si costruisce tenacemente e pazientemente nelle scelte, soprattutto politiche, di ogni giorno. Ed è altrettanto chiaro che le urgenze e le necessità delle fasce più deboli della popolazione vengano solennemente richiamate e invocate, ma quando poi si passa alla soluzione dei problemi le priorità finanziarie diventano altre”.

Arezzo: F35 non prioritari per il Paese
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR