Arezzo, il cuore batte per Amatrice

“Il cuore delle Acli batte per Amatrice”. Con questo slogan le Acli di Arezzo hanno avviato una raccolta fondi per il paese del Reatino colpito dal terremoto. La campagna coinvolgerà i 41 circoli della provincia e i loro 6.200 tesserati.

I primi ad attivarsi sono stati il circolo di San Leo che per venerdì 9 settembre ha organizzato una cena solidale e il circolo di Casanuova di Laterina che devolverà parte del ricavato della Sagra del bastoncello che terminerà  domenica 11 settembre.

La campagna di raccolta fondi sarà attiva da giovedì 8 settembre a sabato 8 ottobre. Al termine della raccolta, sarà tracciato e pubblicato un bilancio dei risultati raggiunti.

«Le Acli di Arezzo – ha commentato il presidente Stefano Mannelli – hanno sposato e dato seguito ad una campagna avviata dalle Acli nazionali per portare un contributo ai territori colpiti dal sisma, con l’obiettivo di progettare interventi che favoriscano la “tenuta” delle comunità locali, con una particolare attenzione ai giovani e agli anziani. Invitiamo tutti gli aclisti a contribuire e a dimostrare il grande cuore e il grande impegno sociale che da sempre caratterizza la nostra associazione».

Arezzo, il cuore batte per Amatrice
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR