Benevento: Messa alla prova alle Acli

Firmata tra l’associazione Simposio immigrati delle Acli di Benevento e il tribunale ordinario di Benevento una convenzione che prevede la sospensione del procedimento con messa alla prova per le persone che svolgono lavori di pubblica utilità presso le Acli.

La messa alla prova è un procedimento penale che sospende il giudizio degli imputati per un certo tempo. Al termine del periodo stabilito, il giudice può dichiarare l’estinzione del reato o l’eventuale ripresa del processo se la messa alla prova è negativa.

Già dal 24 settembre 2013 le Acli sannite ospitavano cinque imputati che si occupavano di attività di sensibilizzazione e prevenzione sull’uso dell’alcool, organizzavano serate con gestori di locali sugli incidenti stradali, svolgevano un servizio taxi per persone in stato di ebbrezza incapaci di guidare e animavano con giochi letture musicoterapia e pet-teraphy i reparti pediatrici degli ospedali beneventani.

Con la modifica della convenzione, avvenuta il 1 aprile 2015, gli stessi imputati potranno godere anche della messa alla prova.

“In questo modo – ha commentato  Filiberto Parente, presidente delle Acli di Benenvento – non si riempiono le carceri con persone in attesa di giudizio e si offre una possibilità di riscatto a chi ha commesso reati minori”.

Benevento: Messa alla prova alle Acli
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR