Bergamo: progetto “Di casa in casa” per giovani

Si chiama “Di casa in casa” il progetto promosso dal Comune di Bonate sotto (Bg), dal circolo Acli, la parrocchia Sacro Cuore di Bonate sotto e la cooperativa Aeper.

Il progetto, riservato ai giovani del territorio bergamasco con un’età compresa tra i 22 e i 28 anni, offre la possibilità di vivere presso la Casa della carità della parrocchia di Bonate Sotto per un anno senza pagare l’affitto. In cambio della casa i due giovani selezionati dovranno svolgere 10-12 ore settimanali di volontariato nella comunità che li accoglie. Ai giovani sarà richiesto un contributo forfettario per le spese.

Tra le attività previste come volontariato servizio in biblioteca, aiuto compiti, presenza in ludoteca, servizi ai disabili, manutenzione di spazi comuni. C’è tempo fino al 4 settembre per inviare la domanda.

Le candidature, che devono contenere una lettera di richiesta e il curriculum, devono essere inviate a Vito Salemi (assistentesociale@comune.bonate-sotto.bg.it). I colloqui di svolgeranno nella prima metà del mese di settembre.

Per ulteriori informazioni: Micaela Barni della Cooperativa Aeper (micaelabarni@aeper.it) o www.comune.bonate-sotto.bg.it

Bergamo: progetto “Di casa in casa” per giovani
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR