Betlemme: Al via gli sportelli di segretariato sociale

Proseguono i progetti delle Acli in Palestina per promuovere, insieme alla fondazione Giovanni Paolo II, il lavoro in Terra Santa.Tra questi l’apertura, a metà marzo, dei primi sportelli di segretariato sociale nati sul modello del Patronato Acli con il coinvolgimento di giovani palestinesi appositamente formati. Gli sportelli, che saranno posti in sei municipi del territorio di Betlemme, offriranno aiuto e consulenza in materia previdenziale, di welfare e legislazione sul lavoro, metteranno in contatto domande e offerte di lavoro e aiuteranno la popolazione a compilare la modulistica. Per il futuro sono già in fase avanzata i preparativi per nuove attività: una tra tutte l’apertura di laboratori formativi all’interno della basilica della Natività. “I lavori di ristrutturazione dei locali – spiega Damiano Bettoni, responsabile del progetto per le Acli – inizieranno a marzo. I laboratori avranno il doppio scopo di formare giovani nella lavorazione del legno e della madre perla e di offrire opportunità di impiego ad artigiani esperti. Mettendo infatti a disposizione i macchinari speriamo di incrementare l’economia locale, sviluppare piccole imprese e ampliare il mercato esterno”. Per informare su questo e su altri progetti, la fondazione Giovanni Paolo II ha lanciato “Voci dal vicino Oriente”, una newsletter mensile che aggiorna sull’avanzamento dei lavori in Israele, Palestina, Libano, Siria, Iraq e Giordania. “La newsletter – si legge nel primo editoriale a cura di mons. Giovanetti, presidente della fondazione – aiuterà i lettori a scoprire quanto sta maturando nei Paesi della sponda sud del Mediterraneo e iniziare uno scambio che speriamo arricchirà tutti coloro che vorranno lasciarsi coinvolgere”.

Betlemme: Al via gli sportelli di segretariato sociale
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR