Biella: Pensioni più eque

Si è parlato di “Pensioni: proposte di equità” al seminario organizzato dalle Acli di Biella il 29 giugno per informare la cittadinanza sulle attività della Fap Acli a favore dei pensionati. A partire dalla campagna “E se piove?” con cui le Acli chiedono di cambiare la legge 335/95 sulle pensioni contributive.

Secondo la legge infatti alle pensioni liquidate esclusivamente con il sistema contributivo non si applicano le disposizioni sull’integrazione al minimo con il paradosso che chi percepisce una pensione di reversibilità – con un compenso che va da 52 euro a 192 mensili – ha una rendita molto inferiore rispetto alla soglia di povertà assoluta calcolata dall’Istat.

Per l’istituto di ricerca, la povertà assoluta si verifica quando una persona vive con meno di 884,44 euro mensili al Nord, 847,55 euro al Centro e 665,33 euro al Sud.

Durante il seminario le Acli hanno anche fatto il punto sul dibattito in corso in Italia per correggere le storture della legge Fornero, come l’alzamento dell’età pensionabile.

All’incontro sono intervenuti Damiano Bettoni, già dirigente nazionale del Patronato Acli e direttore della Federazione anziani pensionati Acli, e Massimo Tarasco, presidente delle Acli del Piemonte.

Biella: Pensioni più eque
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR