Bologna: Nuove possibilità al Punto famiglia

25 ottobre 2010 – Crescono le attività del Punto famiglia delle Acli bolognesi (Via Marzabotto 7) che sabato 23 ottobre ha presentato tre nuove collaborazioni.La prima collaborazione ad essere presentata è quella con il gruppo “Spesa utile”, promosso dall’associazione Isnet, per aiutare le famiglie a risparmiare al momento della spesa.“Spesa utile” non si avvale di punti vendita tradizionali ma di centri di aggregazione come il Punto Famiglia dove si possono effettuare, durante giornate prestabilite, gli ordini e il ritiro delle buste della spesa.

Quattro i soggetti coinvolti nel progetto: i produttori, selezionati in base alla filosofia del chilometri zero, le cooperative sociali, che offrono possibilità lavorative anche alle categorie più deboli, i centri di aggregazione che inviano gli ordini e ricevono la spesa e, infine, i clienti.Il secondo accordo è stato stretto con Aibi-Amici dei Bambini, realtà di ispirazione cattolica costituita da famiglie adottive e affidatarie che dal 1986 lavora ogni giorno al fianco dei bambini ospiti negli istituti di tutto il mondo per combattere l’emergenza abbandono. L’associazione è presente in 25 Paesi, con sedi operative in Europa dell’Est, Americhe, Africa e Asia.La terza collaborazione presentata è quella con la Lega Consumatori, che opera per la tutela dei consumatori e utenti di beni e dei servizi pubblici e privati. I principali ambiti di intervento riguardano le contestazioni per bollette, le problematiche inerenti il condominio, la gestione dei mutui, i contratti di locazione, ecc.«Siamo molto orgogliosi di avere intrapreso questo percorso con tre realtà così importanti del Terzo Settore – ha dichiarato Francesca Frascaro Corrado, la presidente del circolo Acli Luigi Oggiano, di Bologna, presso cui ha sede il Punto Famiglia – Le associazioni saranno presenti a rotazione un giorno alla settimana in via Marzabotto. Riteniamo di offrire, in questo modo, un servizio davvero utile e completo per tutte le famiglie bolognesi. Questi servizi – ha aggiungo la presidente – vanno ad affiancarsi a quelli ormai tradizionali del Punto Famiglia Acli, che continuiamo ad offrire gratuitamente con grande successo da più di un anno alle famiglie bolognesi».

Bologna: Nuove possibilità al Punto famiglia
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR