Borse di studio imponibili ai fini Irpef

Ho appena vinto una borsa di studio per condurre un'attività di ricerca clinica. Volevo sapere qual è il trattamento fiscale per le borse di studio di ricerca e come devo comportarmi per un'eventuale dichiarazione dei redditi.

In linea generale le borse di studio sono sempre imponibili, a meno che non siano erogate da enti specifici come le Regioni o le università “per la frequenza dei corsi di perfezionamento e delle scuole di specializzazione, per i corsi di dottorato di ricerca, per attività di ricerca post-dottorato e per i corsi di perfezionamento all’estero”.

A scanso di equivoci, vale comunque la pena di chiarire la distinzione fra borse di studio vere e proprie e rimborsi spese. Le aziende, infatti, definiscono “rimborso spese” le somme che conferiscono ai loro stagisti, intendendo con questo termine una sorta di premio mensile forfettario. In realtà si tratta di “premio”, o appunto di “borsa di studio”, se le somme sono erogate a scopo di formazione o lavorativo, mentre si tratta di “rimborsi spese” quando le somme sono erogate effettivamente per rimborsare delle spese sostenute nell'esercizio dell’attività lavorativa (ad esempio per un viaggio).

Ora, le somme percepite a titolo di borsa di studio o di assegno, premio o sussidio per fini di studio e di addestramento professionale, rientrano tra i redditi assimilati al lavoro dipendente e pertanto costituiscono reddito imponibile ai fini Irpef. Il soggetto erogante trattiene l’Irpef calcolata su tali redditi (riconoscendo anche le detrazioni d’imposta spettanti) e l’anno successivo, nel mese di febbraio, consegna allo stagista il Cud. Al contrario, i rimborsi per le spese effettuate nell’esercizio della professione sono esenti da tasse.

Per informazioni: www.caf.acli.it

Borse di studio imponibili ai fini Irpef
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR