Bottalico in Romagna: il tour continua

È dedicata alla Romagna la tappa 6 e 7 marzo del tour del presidente nazionale delle Acli Gianni Bottalico che in quei giorni ha visitato Forlì, Cesena, Rimini e Ravenna. Un viaggio, come era avvenuto per l’Emilia e per le alte regioni, che lo ha portato a conoscere le difficoltà delle Acli provinciali e dei circoli, e a rafforzare i rapporti con le istituzioni laiche e religiose del territorio.

Primo appuntamento della tappa romagnola l’incontro con il vescovo di Forlì mons. Lino Pizzi: “È fondamentale in questo tempo di crisi l’impegno delle Acli nella formazione”, ha detto il prelato.

Da piazza Dante, dove si trova il vescovado di Forlì-Bertinoro, a piazza Saffi, che ospita il municipio. Qui Bottalico ha incontrato il vicesindaco Gianfranco Biserna e l’assessore alle Politiche educative Gabriella Tronconi. Durante l’incontro Acli e Comune hanno ribadito la stretta collaborazione contro il gioco d’azzardo. Con i suoi 1.834 euro pro capite di spesa, Rimini è la 12ª città in Italia per volume di gioco.

A chiudere la visita forlivese, l’incontro con gli aclisti e con l’Enaip, l’Ente di formazione delle Acli, che Bottalico con soddisfazione ha chiamato “Esperienza di formazione professionale di qualità e alta integrazione con il territorio e le realtà produttive”.

Ai consiglieri provinciali, ai presidenti di circolo e ai responsabili dei servizi delle Acli di Forlì-Cesena, Bottalico ha ricordato: “Le Acli devono vivere i loro territori: con una presenza capillare attraverso i circoli, l’iniziativa sociale, la capacità di interloquire e fare rete. Le Acli nascono per essere a servizio della gente”.

Da Forlì Bottalico raggiunge Cesena dove il vescovo Douglas Regattieri lo accoglie a braccia aperte: “Sono contento delle ‘mie’ Acli. Le trovo sempre pronte quando la diocesi interviene sul territorio”.

Stessa accoglienza calorosa anche dal sindaco di Cesena Paolo Lucchi: “Condivido pienamente la proposta ed il lavoro delle Acli sui temi del welfare. Il terzo settore è uno dei cardini della nostra risposta al disagio ed alla povertà sul territorio”.

La giornata si conclude a Rimini con un partecipato consiglio provinciale delle Acli al quale sono presenti presidenti di circolo e i responsabili dei servizi e delle associazioni specifiche. 

Il 7 marzo inizia con la visita in municipio. A ricevere il presidente Acli c’è il vicesindaco di Rimini Gloria Lisi: “Le Acli sono parte integrante della nostra rete per un welfare delle capacità”.

Da Rimini, Bottalico si è trasferito a Ravenna per incontrare, insieme alla presidenza provinciale delle Acli, mons. Lorenzo Ghizzoni . Il vescovo: “Con le Acli una intesa e una collaborazione sempre crescente. Restiamo accanto a chi ha bisogno”.

La due giorni si è chiusa con un incontro con le Acli provinciali. Nel suo intervento, il presidente delle Acli Ravenna, Antonio Nonni ha annunciando la nascita di due nuovi circoli e l’apertura di una sede del Caf Acli a Faenza.

Il tour continua.

#leAclicisono

 

6 marzo 2014: Gianni Bottalico, presidente nazionale Acli, con il vicesindaco di Forlì
Bottalico in Romagna: il tour continua
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR