Elezioni – Appello al voto da Brescia e Marche

Votare, non arrendersi all’antipolitica, partecipare. Dai loro territori, le Acli lanciano un appello al voto del 24 e 25 febbraio. Con un documento del 2 febbraio, per esempio, le Acli bresciane ribadiscono che “senza voto muore la vita democratica” e chiedono agli elettori di “individuare quei candidati e quei partiti che meglio sanno esprimere e portare avanti i valori e le azioni che le Acli hanno a cuore da sempre”: lavoro, tutela dei diritti, coesione sociale, povertà; tutela delle categorie più deboli. Dello stesso avviso anche le Acli Marche che spiegano: “La crisi della politica è così grave che rischia di trasformarsi in una crisi della democrazia, ma cedere all’antipolitica è un grave errore. Di fronte alla prossima scadenza elettorale, invitiamo a respingere non solo le tentazioni astensioniste, ma anche le derive populiste”. Nel loro documento, inoltre, le Acli marchigiane chiedono a tutti i candidati di inserire nei loro programmi temi come legalità, senso dello Stato, emergenza giovanile e attenzione alla povertà “perché entrino a far parte di un’agenda sociale capace di assicurare quella equità e quella solidarietà verso i più deboli che sono mancate negli ultimi anni”.

Elezioni – Appello al voto da Brescia e Marche
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR