Brindisi: “Il giorno che verrà” al Green Unplugged festival

Il giorno che verrà”, il documentario ambientale di Simone Salvemini sostenuto e promosso dalle Acli di Brindisi, è stato selezionato per partecipare al festival del cinema on line “Green Unplugged Film Festival”, che raccoglie oltre 64 milioni di spettatori.

Dopo i riconoscimenti e le proiezioni internazionali ricevuti dal documentario, tra cui Clermont Ferrand Film Fest, Cinemambiente Torino, EcoFest Bucarest, Contro Sguardi San Paolo del Brasile, Bifest Bari e Festival del Cinema Europeo Lecce, il film italo-francese approda sul web per una visione totalmente gratuita.

Per le Acli di Brindisi è stato raggiunto un importante traguardo: “Dopo i numerosi premi vinti – conferma Claudio Carone, presidente dell’associazione dei lavoratori cristiani nella città pugliese – finalmente tutti potranno vedere questo documentario sui rischi ambientali del nostro territorio. Siamo stati i primi a denunciare la situazione. Si sono già sollevate le proteste di alcuni industriali che non accettano le posizioni espresse dal regista”.

“Finalmente il mio lavoro trova una giusta collocazione – ha dichiarato il regista Simone Salvemini – in un contest intercontinentale di libero accesso, pensato per promuovere il rispetto globale dell’ambiente e la consapevolezza di dover difendere la Terra dall’aggressione di attività economiche mirate all’esclusivo raggiungimento del profitto, a scapito di un equilibrio sociale ecosostenibile”.

Il documentario, girato in 5 anni, racconta in 65 minuti e attraverso quattro storie vere l’emergenza ambientale del territorio brindisino. In 50 anni, dalla nascita della Montecatini a oggi – è il punto di vista del film – a Brindisi non solo è aumentato il benessere ma anche i tumori e l’inquinamento.

Il documentario è prodotto nel 2013 da La Kinebottega, Aiace Brindisi, Metaluna Productions e supportato dal Salento Film Fund e Apulia Film Commission.

Brindisi: “Il giorno che verrà” al Green Unplugged festival
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR