Cagliari: Donne immigrate

Si intitola “Integriamoci – Le donne e l’immigrazione in Sardegna” il seminario organizzato dalle Acli di Cagliari e l’Ipsia Sardegna con il contributo della Fondazione del Banco di Sardegna per il 22 gennaio 2015.

Secondo i dati DemoIstat 2014 gli stranieri residenti in Italia al 1° gennaio 2014 sono 4.922.085 e rappresentano l’8% della popolazione totale. Rispetto al 1° gennaio 2013 si è registrato un incremento dell’1%. In Sardegna su un 1.600.000 abitanti gli stranieri rappresentano il 2,5%, pari a 42.159 persone, di cui 23.642, il 56%, sono donne.

Proprio le donne, il loro ruolo nella società d’origine e in quella d’arrivo saranno al centro dell’incontro.

Per Daniela Corona, referente dello Sportello Famiglia delle Acli di Cagliari, “Il ridimensionamento del Welfare state, l’invecchiamento della popolazione, l’aumento degli ingressi delle donne italiane nel mercato del lavoro, l’aumento delle famiglie mononucleari, rappresentano un insieme di fattori economici e demografici che hanno contribuito, quasi in maniera esclusiva, alla definizione di un profilo sociale delle donne migranti come tate, colf e badanti”.

Il seminario si concluderà con un focus sul fenomeno emergente degli “Orfani bianchi”, i figli rimasti in patria delle badanti provenienti dall’Est. Inoltre, grazie all’intervento di alcuni esponenti delle Associazioni degli Immigrati, si affronteranno le problematiche e le opportunità per le donne immigrate in Sardegna.

Appuntamento alle 15.30 in via Roma 173 a Cagliari.

Per informazioni e iscrizioni: segreteria.ipsiasardegna@gmail.com; tel. 07043039.

Cagliari: Donne immigrate
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR