Calabria: Gioia per la visita del Papa

C’erano anche le Acli della Calabria il 21 giugno ad accogliere papa Francesco nella piana di Sibari dove il Pontefice ha celebrato la messa davanti a 250 mila persone. Durante la messa, che ha concluso la sua visita in Calabria, il papa ha lanciato la scomunica contro i mafiosi: “La Chiesa deve dire di no alla ‘ndrangheta. I mafiosi sono scomunicati”.

“La gioia della Chiesa e della gente di Calabria nell’accogliere papa Francesco, che come San Paolo si è fatto pellegrino nella nostra terra è stata anche la nostra gioia” ha commentato Saverio Sergio, presidente delle Acli regionali della Calabria.

“In un contesto culturale che non differisce molto da quello del tempo di San Paolo – ha aggiunto Sergi – il Santo Padre ha rivolto l’invito a superare tutte le paure e a saperci porre come sentinelle in un tempo che sembra sprofondare dentro una pericolosa indifferenza, in una apatia mortale dalla quale occorre risvegliarsi. Come San Paolo le Acli di Calabria sono chiamate a continuare nella testimonianza del Vangelo, una Parola chiara, aperta, diretta, una Parola coraggiosa perché piena di colui che dà forza a tutto”.

“Con lo stesso affetto con il quale le Acli Calabresi hanno accolto papa Francesco – ha concluso Sergi – continueranno ad accompagnarlo con la preghiera, custodendo e facendo fruttare il dono della sua visita , del suo esempio e della sua testimonianza”.

Calabria: Gioia per la visita del Papa
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR