Caldaia: Manutenzione periodica

È vero che la manutenzione delle caldaie di abitazioni private usufruisce dell’iva al 10% e che non è più obbligatoria ogni anno ma ogni quattro anni? Sì per le caldaie l’Iva è al 10%. Proprio la risoluzione 15/E dell’agenzia delle Entrate, diffusa il 4 marzo 2013, chiarisce che “la revisione periodica obbligatoria degli impianti di riscaldamento, condominiali o ad uso esclusivo, installati in fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata, e il controllo delle emissioni degli stessi, in quanto riconducibili nell’alveo degli interventi di manutenzione ordinaria, costituiscono prestazioni di servizi soggette ad Iva con aliquota del 10%”. Per quanto riguarda la manutenzione, il D.lgs 311/2006 dice che le caldaie con potenza nominale termica superiore ai 35 kW, installate nei condomini con sistema centralizzato, hanno bisogno di controlli e manutenzione annuale. Al contrario, le caldaie con potenza nominale termica inferiore o uguale a 35 kW, installate nelle abitazioni private, hanno bisogno di interventi di manutenzione e revisione con cadenza variabile in base all’età dell’impianto stesso e del combustibile di alimentazione. La revisione e la manutenzione è annuale nel caso:

di caldaie non alimentate a gas;
alimentate con combustibile solido o liquido, con legna, pellet, gpl e gasolio;
in caso di caldaie dotate di generatore di calore ad acqua calda, di focolare aperto, installate all’interno di locali abitati.

La revisione e la manutenzione è ogni due anni nel caso di caldaie alimentate con combustibile gassoso se sono state installate da più di otto anni.   La revisione e la manutenzione è ogni quattro anni nel caso di caldaie alimentate con combustibile gassoso, se sono state installate da meno di otto anni.
Per informazioni: www.caf.acli.it

Caldaia: Manutenzione periodica
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR