Censimento degli amministratori aclisti: risultati definitivi

In vista delle prossime elezioni amministrative che chiameranno al voto più di 4.000 Comuni italiani, pubblichiamo, in allegato, i risultati definitivi del censimento dei rappresentanti politici e degli eletti provenienti dalle Acli. L’indagine è iniziata nel mese di luglio 2013 e si è avvalsa del supporto della Presidenza nazionale e delle strutture territoriali. Complessivamente sono state censite 72 province per un totale di 499 amministratori provenienti dalle fila dell’Associazione, tra cui 2 senatori, 9 deputati e 1 europarlamentare (2 di essi sono anche esponenti del nuovo Governo). È però nelle amministrazioni locali che opera la gran parte degli amministratori aclisti: si tratta prevalentemente di consiglieri comunali, cui si aggiungono 7 consiglieri regionali e 51 sindaci.

Agli amministratori è stato inviato un questionario standardizzato teso ad approfondire, oltre ai consueti dati socio-anagrafici, due dimensioni: l’esperienza politica e l’esperienza nelle Acli.

L’identikit socio-anagrafico degli intervistati è ben definito: si tratta in misura preponderante di uomini (81%), con un’età media di 49 anni, con tasso di scolarizzazione piuttosto elevato (il 51% ha conseguito il diploma di maturità e il 44% è laureato) e nella maggior parte occupati come impiegati (32 %), come dirigenti o con un ruolo direttivo (31%) o come liberi professionisti (26%).

Quanto all’attuale carica politica, quasi tutti gli intervistati esercitano la loro funzione politica in un’amministrazione municipale. Più della metà di essi (55%) è consigliere in un Comune, ma non mancano gli Assessori (20%) o i Sindaci (17%). Il 56% si è candidato all’interno di liste civiche locali; mentre gli eletti con il PD sono il 36%. Il 60% è stato eletto in piccoli comuni non capoluogo e nel 58% dei casi ha ricoperto più incarichi elettivi. Il lavoro quotidiano di questi amministratori è penalizzato, principalmente, da una burocrazia eccessiva (29%) e da un’endemica mancanza di risorse (26%).

Quanto al rapporto con le Acli, i più continuano ad alimentarlo attraverso un’assidua frequentazione degli eventi pubblici promossi dall’Associazione. In particolare, gli eventi di carattere istituzionale costituiscono un importante momento d’incontro, di scambio, di condivisione e partecipazione (vi ha preso parte il 67% degli intervistati che, in media, sono iscritti alle Acli da 16 anni).

Tra i temi promossi dall’Associazione che più hanno coinvolto gli amministratori in prima persona vi è quello del lavoro (17%) e, coerentemente con la loro scelta dar seguito all’impegno pro-sociale maturato all’interno delle Acli attivandosi in prima persona nella vita politica Paese, quello della partecipazione e della promozione della democrazia (16%).

Censimento degli amministratori aclisti: risultati definitivi
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR