L’Italia sono anch’io: comunicazione alle sedi

Ieri, 14 settembre 2011, a firma del presidente nazionale Andrea Olivero e del responsabile area Immigrazione Antonio Russo, è stata inviata una seconda nota (la prima era stata inviata il 21 giugno scorso) ai responsabili delle sedi locali. Con questa nota si evidenzia che è giunto il momento di entrare nel vivo della Campagna, promuovendo e costituendo i Comitati locali per la raccolta delle firme. Il prossimo 1 ottobre saranno raccolte le firme nelle piazze di molte città d’Italia. Le Acli non possono mancare questo appuntamento.Nella nota si chiede inoltre ai presidenti regionali di organizzare degli incontri per condividere obiettivi e modalità affinché l’intera Associazione ai vari livelli possa partecipare attivamente alla Campagna.

Prot. n.759 /2011Roma 14 settembre 2011Ai Presidenti regionali delle ACLIAi Presidenti provinciali delle ACLIAi Consiglieri nazionali delle ACLIAi Componenti la Direzione nazionaleACLIAi Responsabili regionali e provincialiall’ImmigrazioneAI Responsabili dei Servizi e delleAssociazioni SpecificheLoro SediOggetto: Campagna nazionale “L’ITALIA SONO ANCH’IO “Carissimi, a seguito della comunicazione del 21 giugno scorso, nella quale annunciavamo il lancio della Campagna “L’Italia sono anch’io”, promossa, nel 150° anniversario dell’unità d’Italia, da 20 organizzazioni della società civile, vi informiamo che con il deposito in Cassazione delle due proposte di legge di iniziativa popolare, avvenuto il 2 settembre scorso, ufficialmente prende il via anche la campagna di raccolta firme che fissa a 50.000 l’obiettivo minimo da raggiungere nei prossimi sei mesi per la validità stessa dell’iniziativa.Avendo in più occasioni, nel corso di questi anni, condiviso le ragioni che sostengono l’impegno delle Acli a favore di una riforma del quadro legislativo sull’immigrazione, si tratta ora di portare la Campagna nei nostri Circoli, nei luoghi di lavoro, nelle piazze, nei luoghi della cultura e nelle parrocchie per chiedere ai cittadini italiani una firma per l’affermazione dei diritti di cittadinanza e per l’effettiva realizzazione di quei diritti di uguaglianza del quale è impregnato lo spirito della nostra Costituzione.Dopo l’avvio della campagna, il ruolo del Comitato promotore nazionale continuerà ad essere importante sul versante organizzativo e promozionale, ma già dai prossimi giorni, l’impegno concreto, che ci auguriamo ci porterà a superare abbondantemente il numero di firme richieste, si sposterà sui territori e in quei luoghi dove saremo chiamati a spiegare il senso e le prospettive della nostra azione.Sebbene il tempo a disposizione non sia poco, è conveniente mobilitarsi al più presto, assumendo come Acli un’iniziativa decisa sul territorio nella promozione e costituzione dei Comitati locali che, nelle varie fasi della Campagna, saranno riconosciuti dal Comitato nazionale come i principali soggetti deputati a richiedere materiali e moduli per la raccolta firme.Considerata l’importanza politica dell’iniziativa e la necessità di chiarire eventuali dubbi sul come agire nella fase operativa, chiediamo in prima battuta ai Presidenti regionali delle Acli di promuovere incontri, ai quali l’Area Immigrazione nazionale è disposta ad intervenire, per condividere obiettivi e modalità affinché l’intera Associazione ai vari livelli possa partecipare attivamente.Alcune Presidenze regionali si sono già candidate a convocare riunioni specifiche, alle quali, oltre ai Presidenti provinciali, è stato chiesto partecipino anche i Responsabili locali all’Immigrazione, i Segretari allo sviluppo Associativo e i soggetti associativi e dei Servizi a vario titolo interessati.Durante l’intero periodo della raccolta firme è naturalmente confermata la nostra disponibilità a sostenere in ogni modo quelle iniziative (convegni, incontri, conferenze stampa) che possono contribuire alla crescita della Campagna, a cominciare dalle manifestazioni di raccolta firme che si organizzeranno in tutta Italia il 1° ottobre prossimo.Rispetto alle questioni organizzative, che ricordiamo saranno oggetto di discussione negli incontri regionali o provinciali, al fine di rendere più agevole il vostro lavoro, in allegato, vi forniamo una serie di indicazioni e di note organizzative che speriamo facilitino le azioni che vi vedranno protagonisti sui territori.Per tutte le informazioni e le notizie che potranno esservi utili, potrete rivolgervi alla Segreteria nazionale dell’Area Immigrazione (Clara Pozzi 06.5840464 06.5840586 clara.pozzi@acli.it o area.immigrazione@acli.it).Inoltre sul sito nazionale delle Acli è già da tempo attivo un banner che pubblicizza la Campagna “L’Italia sono Anch’io” attraverso il quale si può accedere al sito nazionalewww.litaliasonoanchio.it che contiene tutto il materiale promozionale e pubblicitario necessario.Nell’augurarvi buon lavoro, vi salutiamo con fraterna amicizia.Antonio Russo                                                                             Andrea Olivero

L’Italia sono anch’io: comunicazione alle sedi
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR