Congedi parentali per minori affidati

Mi verranno affidati dal Tribunale 2 fratellini. È possibile usufruire dei congedi di maternità e parentale?
È necessario distinguere tra affidamento preadottivo e affidamento non preadottivo.
In caso di affidamento preadottivo dal 1° gennaio 2008 spetta il congedo di maternità pari a i 5 mesi e un giorno a partire dall’ingresso del minore (di qualsiasi età) in famiglia (adozione nazionale) o in Italia (adozione internazionale). Il congedo è indennizzato nella misura dell’80% dell’ultima retribuzione. Alcuni Ccnl prevedono l’integrazione a carico del datore di lavoro. Se l’affidamento viene revocato dal Tribunale, cessa il diritto al congedo.

Il congedo di maternità spetta al padre se la madre rinuncia o è impossibilitata a usufruirne.
Il congedo parentale spetta, qualunque sia l’età del minore, fino a un massimo di 10 mesi da dividere tra entrambi i genitori (elevabile a 11 nel caso il padre ne usufruisca di almeno 3). Questo congedo può essere fruito entro gli otto anni dall’ingresso, ma mai oltre il raggiungimento della maggiore età dell’affidato.
Il congedo parentale è indennizzato al 30% della retribuzione, indipendentemente dal reddito, per i primi 6 mesi e se usufruito entro 3 anni dall’ingresso in famiglia, nel rispetto dei limiti di reddito negli altri casi.
Nel caso di affidamento non preadottivo la madre ha diritto al congedo per un periodo complessivo pari a tre mesi (in modo continuo o frazionato) entro i cinque mesi dalla data di affidamento del minore, a prescindere dall’età dello stesso all’atto dell’affidamento.

Congedi parentali per minori affidati
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR