Consapevoli della fragilità umana

24 ottobre 2010 – XXX Domenica del tempo ordinario anno CIn quel tempo, 9 Gesù disse ancora questa parabola per alcuni che avevano l’intima presunzione di essere giusti e disprezzavano gli altri:
10 «Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e l’altro pubblicano. L’intima presunzione di essere giusti, disprezzando gli altri, per Gesù arriva fino alla preghiera, che dovrebbe essere il luogo di verità per ciascuno di noi, in quanto ci ritroviamo faccia a faccia con il Signore. La preghiera è il luogo privilegiato in cui la memoria di ciò che contraddice il senso della vita viene posto davanti al Signore per ottenere una risposta da parte sua. ([downloadacli menuitem=”334″ downloaditem=”2632″ direct_download=”true”]leggi tutto[/downloadacli])Solo se siamo consapevoli della nostra fragilità umana, destinata alla comunoone con il Signore, possiamo rivolgerci con fiducia nella preghiera al Signore della vita.

Consapevoli della fragilità umana
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR