‘Costruire cose buone’. Con le Acli (La Stampa)

Mobilitazione semplice e quotidiana. Che costruisce legami e fiducia; e un modo più fraterno e lieto di vivere insieme nello stesso terriotorio”. E’ la bella conclusione di un articolo firmato da Agnese Moro su La Stampa,  interamente dedicato all’esperienza di un piccolo circolo Acli a Quarto d’Altino, una cittadina di poco più di settimila abitanti in provincia di Venezia.”Il nostro circolo Acli – si legge nel pezzo – ha lo scopo di creare, o meglio recuperare, un’identità di paese; certi che il senso di appartenenza, il sentirsi parte di una comunità, aumenta la qualità della vita e fa sentire tutti partecipi e corresponsabili dei problemi di un paese. E’ per questo che promuoviamo iniziative aggreganti, che facciano bene al fisico e allo spirito, ma soprattutto uniscano le persone”.

L’articolo di Agnese Moro è scritto per la rubrica “Costruire cose buone“, che traduce perfettamente la storia della presenza delle Acli in Italia ed il suo significato ancora attuale, il senso del “fare le Acli” oggi come ieri: “persone normali, che fanno cose speciali”.(leggi tutto l’articolo)

‘Costruire cose buone’. Con le Acli (La Stampa)
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR