Cremona: Il clima influenza le migrazioni

All’interno del percorso “Per un Expo dei popoli – Nutrire il pianeta è nutrire la pace” organizzato da una serie di associazioni tra cui le acli di Cremona, il 6 febbraio si svolgerà l’incontro “Cambiamenti climatici, profughi ambientali e flussi migratori”.

Con questo incontro gli organizzatori vogliono riflettere sulla necessità di trovare una soluzione ai cambiamenti climatici che portano milioni di persone a fuggire ogni anno dalla loro terra.

“Urge una governance mondiale in grado di affrontare la questione ambientale emigratoria – si legge nel manifesto dell’incontro – con una pianificazione strategica a vari livelli tesa sia a contenere il riscaldamento globale che a porre in primo piano la dignità umana degli eco-profughi”.

Per gli organizzatori il 2015 riserva due occasioni – l’Expo 2015 e la Conferenza di Parigi – per affrontare in modo deciso ma attento alla dignità delle persone il problema dei profughi ambientali e la riduzione delle emissioni che modificano il clima.

L’incontro del 6 febbraio, al quale interviene mons. Gian Carlo Perego, direttore generale Fondazione Migrantes, si tiene alle 17.30 a Cremona, presso il Centro Pastorale, in via S. Antonio del Fuoco 9/a.

Cremona: Il clima influenza le migrazioni
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR