Cremona: Votare per superare la crisi

Le Acli cremonesi invitano ad andare a votare alle prossime elezioni amministrative ed europee come dovere di responsabilità personale verso il bene della comunità.

Le Acli poi rivolgono un appello anche ai candidati che provengono dalle file dell’associazione: “Agli aclisti che saranno eletti nelle prossime elezioni chiediamo di rifiutare le disuguaglianze e le ingiustizie, di mettere in discussione sistemi consolidati di potere a livello locale, nazionale ed europeo” a partire dall’attuale modello di sviluppo che “va cambiato per creare lavoro e opportunità per tutti, per tutelare l’ambiente e i beni comuni per le generazioni future”.

Le Acli ricordano poi l’impoverimento delle famiglie, da mettere al centro di ogni riflessione politica, e “propongono una più equa redistribuzione del reddito attraverso l’Alleanza dei soggetti sociali e amministrativi contro la povertà dentro un welfare comunitario attento ai bisogni dei più deboli.
Centralità della famiglia significa anche centralità dell’unica famiglia umana vista con gli occhi di papa Francesco a Lampedusa. Gli immigrati sono nostri fratelli persone cui vanno riconosciuti diritti e doveri”.

“Centralità della famiglia umana significa un’Europa della cooperazione e solidarietà e non solo del mercato e banche. Significa che l’europeismo dovrebbe ritrovare lo slancio dei padri fondatori per diventare una casa comune, unità politica, potenza civile di pace.”
 

Cremona: Votare per superare la crisi
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR