Cuneo: Serve soluzione per Michelin di Fossano

“Una vera doccia fredda giunta all’improvviso” Così le Acli di Cuneo hanno commentato l’annuncio della chiusura entro il 2016 dello stabilimento di Fossano (Cn) da parte della Michelin italiana. La comunicazione è avvenuta il 3 novembre nella sede dell’Unione industriale di Torino. “Il promesso potenziamento della fabbrica della frazione Ronchi – aggiungono le Acli – non basterà a compensare la perdita dell’occupazione e il Governo dovrà adottare delle strategie efficaci”.

“L’annuncio – spiegano le Acli cuneesi – ha creato comprensibile sgomento e fondati timori negli oltre 400 lavoratori coinvolti nella chiusura dell’industria fossanese, che si sono trovati all’improvviso di fronte a una decisione calata dall’alto, senza alcun confronto né consultazione e praticamente senza preavviso. Non è possibile pensare di lasciare tanti lavoratori senza prospettive: è indispensabile trovare presto una soluzione”.

“Come Acli provinciali di Cuneo esprimiamo grande preoccupazione per le conseguenze che la scelta dell’industria avrà sul territorio, non solo per i 400 lavoratori coinvolti e per le loro famiglie, ma anche per il senso di sfiducia e di timore che eventi del genere provocano nell’intera popolazione. Per questo ci impegniamo a sostenere in ogni modo tutte le iniziative che possano risultare utili al superamento della fase critica attuale”.

“Il Governo, come sostenuto dal vice ministro alle Politiche agricole, il cuneese Andrea Olivero, già presidente delle Acli – aggiungono i dirigenti delle Acli di Cuneo – deve promuovere un incontro con l’azienda, cercando di capire se esistono dei margini per far rientrare la scelta annunciata. Non va dimenticato che, negli ultimi anni, le istituzioni hanno appoggiato la Michelin nel percorso di sostegno agli investimenti e ora non è possibile pensare di lasciare tanti lavoratori senza prospettive: è indispensabile trovare presto una soluzione”.

Cuneo: Serve soluzione per Michelin di Fossano
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR