Da consumatori a consumati. Una ricerca dell’Osservatorio Acli Piemonte

Sabato 28 maggio 2011, nell’Aula Magna della scuola media Gozzi-Olivetti a Torino, saranno presentati i risultati dell’indagine “Da consumatori a consumati. La generazione dei 30/45 enni tra incertezze del lavoro e quotidiane corse.”
Questo studio, finalizzato alla comprensione delle percezioni di una popolazione selezionata (soci e fruitori dei servizi Acli della provincia di Torino), in merito a situazioni socio-economiche di vita ordinaria, si propone, inoltre, di dare voce e portare all’attenzione dell’agenda e delle istituzioni politiche, le condizioni reali in cui versano alcune famiglie torinesi intervistate.
Famiglie “normali” che si trovano, a causa anche della crisi economica internazionale in corso, a dover fare i conti per arrivare a fine mese. Le difficoltà nell’affrontare le normali spese quotidiane, molto spesso, si traducono in dipendenza economica dalla propria famiglia di origine. È, infatti, ancora una volta la famiglia a farsi carico delle mancanze che caratterizzano il welfare italiano.

La ricerca coglie, inoltre, una difficoltà concreta nel riuscire a conciliare i tempi dedicati alla cura dei figli e della famiglia con i tempi destinati al lavoro.
Dai risultati di questa analisi si delinea un modello di welfare, che potremmo definire, familistico basato su forti relazioni familiari, sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista della cura, il quale sembra essere un sistema di vincoli più che di opportunità.
Sarebbe auspicabile, invece, una defamilizzazione del welfare, ossia la possibilità di poter essere assistiti da un apparato pubblico in grado di fornire garanzie e prestazioni che favoriscano uno sviluppo indipendente, autosufficiente ed emancipato dei nuovi nuclei familiari rispetto a quelli di origine. Defamilizzare significa soprattutto ridurre la dipendenza del benessere degli individui dai rapporti di parentela, attraverso una strategia del sociale capace di tenere unite le politiche familiari, generalmente rivolte ai giovani e le politiche long-term, cioè le politiche per l’invecchiamento.
Il report integrale della ricerca è disponibile nell sezione progetti locali. 

Da consumatori a consumati. Una ricerca dell’Osservatorio Acli Piemonte
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR