Disoccupazione giovanile: “Ritardo pesante. Serve riqualificazione delle competenze”

I numeri esprimono con chiarezza il nostro pesante ritardo rispetto agli altri paesi europei. Abbiamo una disoccupazione giovanile che raggiunge il 29 per cento, due giovani ogni 10 sono in dispersione, cioè fuori di ogni circuito di studio o di lavoro, 25 su 100 si ferma all’assolvimento dell’obbligo scolastico. Il Paese potrà tornare ad essere competitivo solo se avvierà una diffusa ed efficace riqualificazione delle competenze, a partire dagli oltre 650 mila lavoratori che sono in cassa integrazione, un massiccio processo di riconversione produttiva per valorizzare il capitale sociale e per agganciare la domanda di lavoro che già oggi le imprese richiedono. Il comunicato stampa delle Acli in questo articolo.

Disoccupazione giovanile: “Ritardo pesante. Serve riqualificazione delle competenze”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR