Don Pino Puglisi beato: la gioia delle Acli

Don Puglisi fu ucciso in odio alla fede perché combatté la mafia con il Vangelo Le Acli si uniscono alla gioia universale della Chiesa per la Beatificazione di don Puglisi, primo martire per mano della mafia della Chiesa palermitana, assassinato da Cosa nostra nel 1993, che il 25 maggio 2013 è stato proclamato Beato nella sua Palermo.Don Pino Puglisi, prete ha combattuto la mafia con il Vangelo, cercando di salvare l’uomo. Questo è il suo fecondo insegnamento. La fermezza nella condanna del male e la carità senza limiti fanno del parroco di Brancaccio ucciso da Cosa nostra, un seminatore di perdono e di riconciliazione a cui le Acli guardano nell’impegno per la legalità e contro la criminalità organizzata.Come ha ricordato l’arcivescovo di Palermo, S.E. cardinal Paolo Romeo, don Puglisi, ha sottratto alla mafia di Brancaccio consenso, manovalanza, controllo del territorio. E questo deve essere l’impegno oggi: dare istruzione, occasioni di crescita spirituale, sociale e professionale, lavoro ai giovani, dare loro una speranza per sottrarli alle grinfie delle organizzazioni criminali.

Don Pino Puglisi beato: la gioia delle Acli
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR