Donne: contro la violenza, “spezzare la catena di omertà”

Sono «sconvolgenti» i numeri che riguardano le violenze subite ancora oggi dalle donne in Italia e in tutto il mondo. A denunciarlo in una nota sono le donne delle Acli che esprimono la loro preoccupazione in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.   «Una situazione che continua ad essere allarmante – afferma la responsabile del Coordinamento Donne delle Acli, Agnese Ranghelli,  – e i cui contorni non sono neanche definiti, poiché non sempre le donne denunciano, lo fanno spesso solo se vengono coinvolti i figli».  

«Occorre che la società tutta si adoperi per far sì che questo dramma si interrompa e che sia restituita piena dignità a tutte le donne, e che si spezzi la catena di omertà che nelle stesse mura domestiche nasconde un crimine così orrendo».  Il 95 % infatti subisce violenza in casa e il carnefice  spesso è marito, fratello, compagno, parente. Le donne delle Acli fanno appello a tutte le coscienze «affinché si costruisca una nuova cultura, fondata sul rispetto delle donne e di tutte le persone e che rinneghi qualsiasi forma di prevaricazione e violenza».    

Donne: contro la violenza, “spezzare la catena di omertà”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.096
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 3.081
Fonte UNHCR