È conveniente iscriversi a un Fondo pensione?

Ho iniziato il mio primo lavoro e devo scegliere se restare in regime di Tfr o iscrivermi a un fondo complementare. Non so bene cosa fare: cosa mi consigliate?

Visto che si tratta del primo lavoro, si può supporre che sia giovane, e quindi vi è particolare convenienza a iscriversi a un fondo complementare, perché il fattore “tempo” aiuta a “costruire” una seconda pensione: più tempo si ha davanti, più risparmio si può accantonare.

Il risparmio viene gestito mediante moderni strumenti finanziari: titoli di stato, obbligazioni e azioni. Una persona iscritta a un fondo pensione può scegliere se collocare il proprio risparmio su linee di investimento più o meno esposte a rischi, o più o meno prudenti.

Se il risparmio accantonato viene gestito nel tempo in modo da produrre rendimenti mediamente positivi, anche se non necessariamente elevati, al termine della vita lavorativa si potrà fruire di una pensione integrativa che si affiancherà alla pensione erogata dal regime obbligatorio.

La scelta va operata tra diversi tipi di fondi pensione: i fondi “chiusi”, così chiamati perché vi si possono iscrivere solo i lavoratori ai quali si applica un determinato contratto; i fondi “aperti” e i “Pip” (Piani individuali pensionistici), ai quali chiunque può iscriversi liberamente.

Iscrivendosi a un “fondo chiuso” vi è l’opportunità di accantonare oltre al Tfr, altra contribuzione, definita “aggiuntiva”, in parte a carico del lavoratore, e in parte a carico del datore di lavoro: quest’ultima contribuzione non è possibile se ci iscrive a un fondo aperto o a un Pip, perché non è prevista dal contratto di lavoro. La contribuzione del datore di lavoro costituisce un’opportunità che può riequilibrare eventuali riduzioni nei rendimenti: in questo senso vi è più convenienza a iscriversi a un fondo chiuso.

Ma vi è anche un’altra convenienza: nel caso di perdita del lavoro, se un lavoratore ha necessità immediata di denaro, può riscattare anche tutto il montante accumulato, circostanza che non è possibile se ci iscrive a un fondo aperto o a un Pip.

Prima di scegliere il fondo al quale iscriversi, è necessario leggere la “Nota informativa” che ogni fondo è tenuto a pubblicare sul proprio sito web. Nella lettura occorrerà prestare attenzione anche ai costi previsti, perché costi eccessivi possono ridurre anche di parecchio rendimenti che si presumono elevati.

 

Per informazioni: www.patronato.acli.itÈ

È conveniente iscriversi a un Fondo pensione?
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR