Enna: Il gioco della solidarietà

“Da sentinelle del territorio a emergenza sociale”: questo il titolo dell’iniziativa che si è svolta l’8 febbraio a Enna presso il Punto famiglia delle Acli. Obiettivo: regalare un sorriso e un giocattolo, donato dai cittadini, ad alcuni bambini di Enna. In particolare a quelli segnalati dal Comune perché hanno un reddito pari a zero o quasi. Tra loro molte coppie con più di un figlio “che – secondo le parole del presidente delle Acli di Enna, Salvo Notarigo – sempre più spesso non riescono a far fronte alle esigenze quotidiane”.

“Oggi – ha detto ancora il presidente – offriamo un dono, che non è certo la soluzione al problema ma un momento di spensieratezza a un bambino, un gesto che mira a sollecitare riflessioni partendo dagli indicatori di impoverimento più importanti. I bambini sono lo specchio della condizione economica delle famiglie specie di quelle che, stremate dalla crisi, non hanno strumenti per far fronte ai loro bisogni, per tutelarli e proteggerli da una povertà che avanza e che rischia di fatto di comprometterne la spensieratezza e le aspirazioni.

L’iniziativa – ha concluso – consegna alla città e alle sue istituzioni una sorta di atlante dell’infanzia a rischio, perché si possa avviare, tutti insieme, una seria riflessione sul tema che porti a concrete iniziative e soluzioni”.

Enna: Il gioco della solidarietà
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR