Enrico Letta: un Paese da “ricomporre”

L’Italia è oggi un Paese «strappato». Ricucire lo strappo, ricomporre il Peaese «il compito degli uomini di buona volontà». Lo ha detto il vicesegretario del Partito Democratico, Enrico Letta, intervenendo nella giornata conclusiva dell’incontro di studi delle Acli a Perugia. La «dinamica più inquietante» – ha spiegato – è quella che segna «la frattura tra il Nord e i tanti Sud del Paese». «Siamo l’unico Paese europeo che in questi decenni non ha saputo accorciare le distanze tra i suoi territori».  C’è poi la questione dei giovani. «Negli anni che poi produssero il boom economico, i giovani di 30 anni lavoravano, facevano figli e mantenevano i genitori. I trentenni di oggi non lavorano, non fanno figli e sono mantenuti a casa dai propri genitori». Puntare sui giovani significa investire in «politiche fiscali sulla casa e per la prima occupazione». E invece, anche con la crisi attuale, «abbiamo finito per mettere i soldi – gli 8 miliardi di euro per gli ammortizzatori sociali – su quanti il lavoro già ce l’hanno, 40enni e 50enni». Usciamo dalla crisi, insomma, «avendo colpito di nuovo i giovani 30enni».  

Infine l’immigrazione. «Se non ci fossero i figli degli immigrati, staremmo come Paese sotto la soglia di scomparsa». Ci sono interi settori produttivi – ha ricordato – dove l’unica manodopera disponibile è costituita da lavoratori immigrati. L’Italia – ha concluso Enrico Letta – ha bisogno di «una politica che ricomponga le fratture», che inizi a «dare risposte concrete» ai problemi delle persone, che ridia prestigio al Paese (studiare e lavorare in Italia, «non fa più curriculum»). Eravamo «un paese grande in un mondo piccolo». Ora che il mondo è diventato grande, «dobbiamo riscoprire e ridarci una missione». «Costruire l’Europa» è l’unica missione possibile, se vogliamo restare all’altezza del futuro che ci aspetta.

Enrico Letta: un Paese da “ricomporre”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR