Federalismo non sia “tutti contro tutti”

"Una riforma dello Stato in senso federale ha senso solo se serve a rafforzare i diritti di cittadinanza di tutti gli italiani, senza eccezioni. Ridurre gli sprechi e differenziare i modelli organizzativi della pubblica amministrazione e del welfare nei diversi contesti è un obiettivo doveroso, ma non può in nessun modo voler dire creare cittadini di serie A o B".

Alla vigilia dell'inaugurazione, che si terrà domani, giovedì 9 settembre, del 43esimo Incontro Nazionale di Studi delle Acli, dedicato quest'anno ai 150 anni dall'Unità d'Italia (in programma fino a sabato 11 settembre), il presidente Andrea Olivero, con un intervento pubblicato sul Corriere dell'Umbria, affronta il nodo della riforma federalista, "un passaggio epocale -scrive- che potrebbe ridisegnare il patto generativo e finalmente mostrare un progetto comune verso il futuro".

Federalismo non sia “tutti contro tutti”
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR