Fermare strage dei migranti: Acli aderiscono a manifestazione nazionale

Dopo il naufragio nel Canale di Sicilia che è costato la vita a circa 900 migranti, le Acli aderiscono alla Giornata di mobilitazione nazionale di martedì 21 aprile 2015 per chiedere:

l’apertura di vie d’accesso legali e di canali umanitari;

al governo italiano, in attesa dell’intervento europeo, di riattivare subito un programma di ricerca e salvataggio;

all’Ue di farsi carico di un programma di ricerca e salvataggio europeo;

sospendere il regolamento Dublino per consentire alle persone tratte in salvo di scegliere il Paese dove andare sostenendo economicamente con un fondo europeo ad hoc l’accoglienza in quei Paesi sulla base della distribuzione dei profughi.

Questi morti non consentono più rinvii, basta con le parole che non si traducono in azioni concrete e immediate.

A Roma sit in e flash mob a partire dalle 17,00 davanti a Montecitorio. Nelle altre città gli appuntamenti saranno articolati secondo quanto deciso dalle organizzazioni locali.

Fermare strage dei migranti: Acli aderiscono a manifestazione nazionale
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR