Firenze: Integrazione per pensioni contributive

Il 30 marzo dirigenti della Fap Acli, la Federazione anziani pensionati, di Firenze ha incontrato i parlamentari Elisa Simoni e Lorenzo Becattini per illustrare la proposta di legge della Fap nazionale per l’istituzione dell’integrazione al minimo vitale per trattamenti pensionistici calcolati esclusivamente con il sistema contributivo.

“Noi chiediamo – ha detto Sergio Parrini, segretario della Fap Acli di Firenze – che venga erogata un’integrazione in misura tale da consentire che l’ammontare di tali trattamenti pensionistici non sia inferiore ad un importo annuo di 7mila euro, da rivalutare annualmente in base alla variazione del costo della vita accertata dall’Istat”. Parrini ha anche sottolineato che per accedere al trattamento il reddito familiare non deve superare al netto delle trattenute fiscali e previdenziali, un importo complessivo annuo di 14mila euro.

Per Elisa Simoni, la proposta va nella direzione giusta di lotta contro la povertà e ha aggiunto che è assolutamente necessario intervenire, anche con altre forme di welfare, in quelle situazioni di svantaggio più gravi. Apprezzamento è arrivato anche dall’onorevole Becattini che ha mostrato interesse anche per le attività della Fap a favore degli anziani, specie quelli più fragili.

Firenze: Integrazione per pensioni contributive
close-modal
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2016 5.022
Fonte UNHCR
morti/dispersi nel mediterraneo nel 2017 2.992
Fonte UNHCR